Ingressi Capienza: 14; Ospiti in carico: 12; Posti liberi: 2; Lista d’attesa: 1

sportello di ascolto

che cos'è

Un luogo di prima accoglienza dove famiglie con problemi legati alle dipendenze (in particolar modo dipendenze da sostanze e da alcool) di loro cari possono incontrare volontari disponibili ad ascoltarle e aiutarle ad affrontare la propria situazione.

Le famiglie che hanno una persona cara con problemi di dipendenza sono famiglie che vivono con angoscia la quotidianità provando paura, smarrimento ed impotenza; molte di loro vivono anche il sentimento della vergogna, nascondendo a se stessi ed agli altri il problema, trasformando poi il silenzio in isolamento e sofferenza.

 

E’ UN SERVIZIO GRATUITO DI RELAZIONE D’AIUTO. Offre accoglienza, attenzione ed informazione come prima risposta ad un bisogno .

E’ IL TEMPO ED IL LUOGO in cui le famiglie e le persone in difficoltà possono trovare l’accoglienza e l’ascolto nel massimo della riservatezza .

E’ UNO STRUMENTO DI SOSTEGNO senza fini terapeutici, che permette di conoscere e di condividere le proprie difficoltà.

E’ FRUTTO della disponibilità e del lavoro di un gruppo di operatori nella relazione di aiuto che, con la collaborazione e il supporto di collaboratori, educatori, psicologi offrono l’ascolto come servizio e come mezzo di prima accoglienza della difficoltà.

Condividere il racconto della propria storia, della realtà, senza essere giudicati e valutati può fare la differenza ed accompagnare le famiglie ad intraprendere l’inizio di un cammino per uscire dall’impotenza e dall’angoscia.

Chiedere aiuto e manifestare i problemi personali a chi ti ascolta può diventare quel “primo passo “ verso un piccolo cambiamento.

Lo sportello offre un luogoprotetto di accoglienza e ascolto in assoluta riservatezza. Offre informazioni chiare ed orienta, a seconda dei casi, verso i servizi territoriali che propongono interventi sanitari per la diagnosi ed il trattamento delle dipendenze e propone risorse sociali utili a sviluppare relazioni di collaborazione sul territorio.

Gli obiettivi

del centro di ascolto

1. Accogliere, ascoltare, informare ed orientare le persone in difficoltà.

2. Capire ed affrontare i bisogni espressi.

3. Individuare gli Enti e le Associazioni di supporto.

4. Collaborare con volontari, educatori e professionisti in uno spazio di confronto all’interno di un servizio di sostegno e di risposte per le famiglie.

5. Promuovere iniziative di divulgazione, informazione e prevenzione.

chi siamo

Lo sportello di ascolto “Il primo passo” nasce da una iniziativa della Comunità Marco Riva e grazie al supporto della Caritas Parrocchiale della Parrocchia San Giovanni Battista. Lo sportello è gestito da un gruppo di volontari operatori nella relazione di aiuto.

Lo sportello di ascolto è aperto il sabato mattina dalle 9,30 alle 12,30 (è consigliabile fissare un appuntamento) in via Pozzi 7,
presso la Caritas Parrocchiale di San Giovanni Battista a Busto Arsizio.


Per informazioni e appuntamenti lascia un MESSAGGIO WHATSAPP 3517353023
oppure scrivi una MAIL a: ilprimopassobusto@gmail.com